Browsing Tag:

torte

colazione & merenda/ crostate & torte/ dolci

TORTA DELLA NONNA

Ricordo da piccola che la torta della nonna era tra le mie torte preferire, immancabile dopo il pranzo quando si andava al ristorante.
Poi il tempo passa e i gusti cambiano.
Grazie allo “scambio ricette” curiosando nel blog di Vanessa “la baita dei dolci” in un battibaleno sono ritornata indietro di qualche anno.

La torta della nonna è friabile, preparata con pasta frolla, crema pasticcera, pinoli e una generosa spolverata di zucchero a velo.
La paternità di questa la torta della nonna la si deve,così si racconta,al cuoco fiorentino Guido Samorini, che creò questa torta a seguito di una scommessa nei confronti dei suoi clienti,che stanchi dei soliti dolci, gli chiesero di stupirli con un qualcosa di nuovo. 

…ma c’è un’affermazione del ben noto Pellegrino Artusi che insinua il dubbio per cui la torta della nonna sia una creazione di molti anni prima: …trovai il dolce ai pinoli e alla crema pasticciera un pasticcio gradevole, una frolla povera

 

 

ingredienti
250 grammi di farina 00
140 grammi di zucchero semolato
6 tuorli
100 grammi di burro
1 baccello di vaniglia
1 presa di sale
400 ml di latte intero fresco
1 cucchiaio di amido di mais
30 grammi di pinoli
zucchero a velo

preparazione della pasta frolla

Mettete nella ciotola della planetaria il burro freddo a pezzetti  e aggiungete la farina.
Unite 3 tuorli e un pizzico di sale continuando ad impastare.
Non appena il composto sarà liscio ed omogeneo, levatelo dalla ciotola,formate un panetto rettangolare che avvolgerete con la pellicola trasparente; mettete la pasta in frigorifero per almeno un’ora.

preparazione della pasta frolla

Versate il latte e il baccello di vaniglia inciso nel senso della lunghezza in un pentolino che metterete sul fuoco fiamma bassa.
In una ciotola montate  i rimanenti 3 tuorli con 40 grammi di zucchero;continuando a mescolare aggiungete l’ amido di mais e 2 mestoli di latte caldo.
Quando il tutto sarà amalgamato, togliete il baccello di vaniglia dal latte e versate il composto di uova nel pentolino, continuando a mescolare con la frusta fino a quando la crema non inizierà ad addensarsi.
Levate la crema dal fuoco e copritela con la pellicola trasparente appoggiata direttamente sulla superficie e lasciatela raffreddare.

Prendete la pasta frolla e lavoratene 2/3 con il matterello fino ad ottenere un disco dello spessore di 5 mm. che utilizzerete per rivestire una tortiera precedentemente imburrata e rivestita di carta da forno.
Bucherellate la pasta con i rebbi di una forchetta, quindi versate e livellate la crema pasticcera nel guscio di frolla.
Stendete la rimanente pasta formando delle strisce che userete  per ricoprire la torta, eliminando la pasta in eccesso e sigillando bene i bordi pressandoli con la forchetta .
Infornate ora per 45 minuti in forno preriscaldato a 180 gradi per cieca 50 minuti.
Una volta sfornato e raffreddato, cospargere il dolce di zucchero a velo e servite.

Nota: rispetto alla ricetta di Vanessa i pinoli per un gusto mio personale li ho messi dopo la cottura, mentre la ricetta prevede di cospargerli sulla superficie prima di infornare.

colazione & merenda/ crostate & torte/ dolci

CROSTATA ALLA NUTELLA (senza cottura)

…e capita che le tue “vacanze” arrivano alla fine.
E così ritorni alla routine di tutti i giorni tra le millemila cose da lavare e stirare…vuoi non trovare  il tempo per una torta ?
Poi arriva lei che ti chiede una torta da portare al lavoro per festeggiare la sua assunzione… magari una torta con la Nutella®.
Ricordavo di averla vista nel blog di Simona Tavolartegusto , quindi non mi è rimasto che mettermi all’opera.
Già la Nutella® è buona buona da sola, se poi la mescoliamo al mascarpone, la goduria è allo stato puro.
Un guscio di biscotti e tanti ciuffi golosi di crema alla Nutella®…non vi resta che correre a comperare gli ingredienti per prepararla, è velocissima e non serve accendere il forno.

 

ingredienti per la base senza cottura
(stampo con fondo staccabile da 20 – 22 cm)

300 grammi di biscotti secchi tipo Digestive,Grancereale, Orosaiwa.
150 grammi di burro morbido

ingredienti per il ripieno alla Nutella®

500 grammi di mascarpone
200 grammi di Nutella®
1 cucchiaio raso di zucchero a velo
granella di nocciole

preparazione del guscio

Tritate finemente i biscotti con il mixer, nel frattempo fate sciogliere il burro.
Mescolate il burro con i biscotti fino ottenere un composto granuloso, quindi rivestite con l’impasto di biscotti le pareti e il fondo di uno stampo per crostate con il fondo staccabile.
Con il dorso di un cucchiaio pressate per bene i biscotti sbriciolati, ora mettete lo stampo in frigorifero,per circa 30 minuti, in modo da far indurire il guscio.

preparazione della crema

In una ciotola mettere il mascarpone freddo,la Nutella e il cucchiaio di zucchero a velo; con l’aiuto della frusta elettrica mescolate,a velocità media, fino ad ottenere una crema densa e liscia.

Riprendete lo stampo con il guscio ormai indurito e con l’aiuto di una sac à poche create tante ciuffi attaccati in modo da riempire tutta la superfiecie.
Decorate la crostata con la granella di nocciole.
Fate riposare in frigorifero almeno un’ora prima di servire.

crostate & torte/ dolci

CROSTATA AL LIMONE

La vita da vacanziera mi fa vivere di ricordi.
Questa torta ho imparato a farla quando ho fatto lo stage in un noto ristorante della mia zona, è stato amore a prima vista…Limonosissima, fresca, io la trovo irresistibile.
Oggi il Calendario del cibo italiano dedica la Giornata nazionale al limone.

 

 

 

ingredienti per la pasta frolla
 
200 grammi di farina 00
100 grammi di burro
80 grammi di zucchero semolato
1 uovo intero
1 pizzico sale
1 bustina di vanillina 
oppure 
la scorza di limone grattugiata
mezzo cucchiaino da caffè di lievito per dolci
ingredienti per il ripieno
 
il scorza e succo di 2 limoni 
50 grammi di zucchero a velo
1 uovo intero + 1 tuorlo
60 grammi di burro sciolto e tiepido
50 grammi di farina di mandorle
40 grammi di mandorle a lamelle
zucchero a velo per spolverare

 

preparazione della frolla
 

Mettere la farina su sulla spianatoia, fate un buco al centro e mettere il burro a pezzettini, l’ uovo, lo zucchero, la vanillina o la scorza di limone, un pizzico
di sale e il lievito.
Impastate rapidamente per amalgamare gli ingredienti,quindi fate riposare la pasta avvolta nella pellicola trasparente,in frigorifero per almeno mezz’ora.

 

preparazione del ripieno
                                                            
Spremete e grattugiate la parte gialla dei limoni .
In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero a velo, aggiungete il succo e la buccia dei limoni.
Continuate lavorando il tutto con la frusta, aggiungete la farina di mandorle e il burro fuso intiepidito.
Stendete la pasta con il matterello,aiutandovi se necessario con due fogli di carta forno; rivestite il fondo di una teglia quadrata,senza creare il bordo con la frolla (deve essere presente solo sul fondo del dolce ).
Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta, cospargete il fondo con le mandorle a lamelle quindi versate la crema al limone.
Cuocete in forno,già caldo a 180°, per 35′ – 40′.  
Controllate la cottura, la crema dovrà essere di colore bruno-dorato.
Fate riposare in frigo fino ad un’ora prima di servire .
Servite la lemon square ,fredda, spolverata di zucchero a velo.
 
colazione & merenda/ crostate & torte/ dolci/ dolci al cucchiaio & dessert

OGGI E’ LA GIORNATA DELLE FRAGOLE – CALENDARIO DEL CIBO ITALIANO

Solitamente con il termine “fragola” intendiamo  la parte edule della pianta ma in realtà , dal punto di vista botanico, non si tratta di un frutto vero e proprio, ma il ricettacolo ingrossato di un’infiorescenza, perché il frutto vero e proprio sono i semini gialli che si trovano sulla superficie della fragola chiamati acheni.
Lo sapevate?
Ma quanto buone sono e quanto bene fanno .
Le fragole in generale contengono tantissima vitamina C, che favorisce l’assorbimento del ferro, utile per la formazione dei globuli rossi e per i muscoli, e la produzione di collagene, contengono sali minerali come il ferro, il magnesio e il potassio.
Sono ricche di vitamina A, B1, B2.
Ma lo sapete che le fragole migliorano l’umore perché aumentano il livello della serotonina.
Ma lo sapete che le fragole si prestano ad essere utilizzate in preparazioni dolci e salate?

 

Questa è la mia proposta per il Calendario del Cibo Italiano.

 

Questo è un dolce tipico della regione di Limoges,in Francia.
E’ una torta alta e dalla consistenza morbida di un flan, che si prepara con un impasto a base di farina,zucchero,latte e uova al quale vengono aggiunte le ciliegie,con il nocciolo,che conferiscono un gusto intenso.
Quando passa la stagione delle ciliegie si prepara con altra frutta come le mele,le pere,le albicocche.
Esiste anche la versione salata…… anche quella ottima.
Quella che vi propongo è una ricetta rivista da me per quanto riguarda il dosaggio degli ingredienti,per evitare l’odore,non sempre gradito delle uova che nella ricetta originale è abbondante!!!!
In qualsiasi variante la faccio è sempre molto gradita!!!!

Ps. clafoutis si dovrebbe chiamare solo quello fatto con le ciliegie, flognarde quello fatto con tutta l’altra frutta…

ingredienti tortiera da cm. 22
160 grammi di zucchero,
180 grammi di farina,
1 uovo,
4 cucchiai di latte,
50 grammi di burro fuso,
300 grammi di fragole,
1/2 bustina di lievito,
1 pizzico di sale.

 
preparazione
 

Amalgamare la farina con lo zucchero,il burro,l’uovo e il lievito sciolto nel latte.
Mettere l’impasto in uno stampo imburrato ed infarinato.
Lavate le fragole, asciugatele quindi togliete il picciolo.
Cospargete con le fragole tagliate a metà.
Cuocere in forno a 180°C per circa 35 minuti.