Browsing Tag:

fragole

antipasti/ bevande & aperitivi/ fingerfood/ piatti unici

UN,DUE, TRE ROLLER CON SALUMI,CREMA DI FORMAGGIO E VERDURE

Marina la Signora del Sartù ha passato egregiamente a Giovanna il testimone per la sfida…sinceramente quando ho letto gli indizi,non posso nascondere di aver avuto un po’ di timore.
Eccoli, finalmente ce l’ho fatta a sedermi e scrivere la mia anzi le mie tre preparazioni per la sfida del mese di maggio numero 66 dell’ MTC.
E’ stata veramente una bella scoperta…perfetti per un aperitivo improvviso, una cena diversa dal solito.
Basta tirarli fuori dal freezer, affettarli,…ora che vi ho incuriosito non vi resta che provarli.

 

 

Roller di zucchine con crema di salmone , ricotta e pepe rosa su base di pane ai 5 cereali

con questo scatto partecipo ai premi fotografici

ingredienti per 1 rolls da 25 cm circa 18 pezzi
150 grammi di ricotta di latte vaccino
200 grammi di salmone affumicato, preaffettato
3 zucchine lunghe
sale
pepe rosa
5 – 6 fili di erba cipollina

preparazione delle zucchine

Affettate con la mandolina nel verso della lunghezza le zucchine.
Portate a bollore in una pentola dell’acqua leggermente salata, non appena inizia a bollire tuffate le zucchine affettate per 15 secondi, quindi scolatele facendole raffreddare sotto l’acqua fredda.
Mettetele ad asciugare su un canovaccio pulito.

 

 

preparazione della crema di salmone

Mettete nel mixer 150 grammi di salmone, circa 3 fette, aggiungete la ricotta,l’erba cipollina e il sale.
Tritate finemente, mettete in una ciotola regolate di sale, coprite con la pellicola trasparente e mettete in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.

preparazione del roller

Stendete un foglio di pellicola trasparente della lunghezza di circa 60 cm., adagiate su di essa le fette,ben asciugate di zucchina leggermente sovrapposte tra loro fino a formare un rettangolo.
Spalmatele con la mousse di salmone, lasciando pulita e libera la parte superiore del rettangolo di zucchine (lato lungo), appoggiate lungo il bordo inferiore le fette di salmone tenute da parte, quindi iniziate ad arrotolare partendo dal lato inferiore con il salmone,aiutandosi con la pellicola fino a chiudere il cilindro con la parte finale delle fette di zucchina rimaste pulite.

Bagnate con acqua un piano di lavoro liscio e pulito.
Stendete sul piano bagnato altri due fogli di pellicola trasparente di 60 cm di larghezza sovrapponendoli parzialmente (circa 10 cm dei due fogli dovranno essere sovrapposti e ben aderenti l’uno all’altro in modo da ottenere un grande rettangolo).
Trasferite su di esso il cilindro di zucchine senza la pellicola usata in precedenza e arrotolatelo con la nuova pellicola preparata.
Tenete la pellicola per le 2 estremità e fate rotolare il roller più volte sul piano bagnato in modo che i lembi si attorciglino e stringano bene dandogli una forma omogenea e regolare.
Chiudete le estremità con un nodo stretto.

Mettete in congelatore per 2-3 ore, fino a quando sarà ben duro in modo da poterlo tagliare senza problemi.

Prima di servire i roll cospargeteli con il pepe rosa.

 

Roller di prosciutto crudo  con crema di gorgonzola,rucola e noci su base di pane ai 5 cereali

ingredienti per 1 rolls da 25 cm circa 18 pezzi

250 grammi di gorgonzola dolce 
50 grammi di panna fresca
80 grammi di noci sgusciate e tritate
sale
pepe

200 grammi di prosciutto crudo
1 manciata di rucola selvatica

8 gherigli per decorare

preparazione della crema di gorgonzola

In una ciotola mescolate il gorgonzola, la panna e le noci tritate fino ad ottenere un composto omogeneo.
Regolate di sale e pepe.
Coprite con la pellicola trasparente e tenete da parte.

preparazione del roller

Stendete un foglio di pellicola trasparente della lunghezza di circa 60 cm., adagiate su di essa le fette di prosciutto crudo leggermente sovrapposte tra loro fino a formare un rettangolo.
Spalmatele con la crema di gorgonzola, lasciando pulita e libera la parte superiore del rettangolo di prosciutto (lato lungo), appoggiate lungo il bordo inferiore la rucola , quindi iniziate ad arrotolare partendo dal lato inferiore con la rucola,aiutandosi con la pellicola fino a chiudere il cilindro con la parte finale delle fette di prosciutto rimaste pulite.

Bagnate con acqua un piano di lavoro liscio e pulito.
Stendete sul piano bagnato altri due fogli di pellicola trasparente di 60 cm di larghezza sovrapponendoli parzialmente (circa 10 cm dei due fogli dovranno essere sovrapposti e ben aderenti l’uno all’altro in modo da ottenere un grande rettangolo).
Trasferite su di esso il cilindro di zucchine senza la pellicola usata in precedenza e arrotolatelo con la nuova pellicola preparata.
Tenete la pellicola per le 2 estremità e fate rotolare il roller più volte sul piano bagnato in modo che i lembi si attorciglino e stringano bene dandogli una forma omogenea e regolare.
Chiudete le estremità con un nodo stretto.

Mettete in congelatore per 2-3 ore, fino a quando sarà ben duro in modo da poterlo tagliare senza problemi.
Adagiate i roll su crostini di pane ai 5 cereali.(la ricetta qui)
Prima di servire i roll cospargeteli con le noci tritate.

Roller di Speck di Sauris con crema di stracchino , asparagi verdi e fragole su base di pane ai 5 cereali

ingredienti per 1 rolls da 25 cm circa 18 pezzi

250 grammi di formaggio stracchino
200 grammi di Speck di Sauris

50 grammi di panna fresca
4/5 asparagi lessati + qualche punta per la decorazione
sale
pepe
fragole fresche

preparazione della crema di formaggio stracchino

In una ciotola mescolate lo stracchino e  la panna  fino ad ottenere un composto omogeneo.
Regolate di sale e pepe.
Coprite con la pellicola trasparente e tenete da parte.

preparazione degli asparagi

Pelate ,lavate ed eliminate la parte più dura degli asparagi.
Portate a bollore in una pentola dell’acqua leggermente salata, non appena inizia a bollire tuffate gli asparagi e fateli cuocere per 5 – 6 minuti quindi scolateli delicatamente  facendoli raffreddare sotto l’acqua fredda.
Metteteli ad asciugare su un canovaccio pulito.

 

preparazione del roller

Stendete un foglio di pellicola trasparente della lunghezza di circa 60 cm., adagiate su di essa le fette di Speck leggermente sovrapposte tra loro fino a formare un rettangolo.
Spalmatele con la crema di stracchino, lasciando pulita e libera la parte superiore del rettangolo di Speck (lato lungo), appoggiate lungo il bordo inferiore gli asparagi , quindi iniziate ad arrotolare partendo dal lato inferiore con gli asparagi,aiutandosi con la pellicola fino a chiudere il cilindro con la parte finale delle fette di Speck rimaste pulite.

Bagnate con acqua un piano di lavoro liscio e pulito.
Stendete sul piano bagnato altri due fogli di pellicola trasparente di 60 cm di larghezza sovrapponendoli parzialmente (circa 10 cm dei due fogli dovranno essere sovrapposti e ben aderenti l’uno all’altro in modo da ottenere un grande rettangolo).
Trasferite su di esso il cilindro di zucchine senza la pellicola usata in precedenza e arrotolatelo con la nuova pellicola preparata.
Tenete la pellicola per le 2 estremità e fate rotolare il roller più volte sul piano bagnato in modo che i lembi si attorciglino e stringano bene dandogli una forma omogenea e regolare.
Chiudete le estremità con un nodo stretto.

Mettete in congelatore per 2-3 ore, fino a quando sarà ben duro in modo da poterlo tagliare senza problemi.
Adagiate i roll su crostini di pane ai 5 cereali.(la ricetta qui)
Prima di servire i roll cospargeteli con le punte di asparago e fragole.

Con questa ricetta partecipo al contest Mtchallenge n.66,
con il tema “Rolls” proposto da Giovanna del blog Gourmandia Chef

 

 


 

 

 

 

 

 

colazione & merenda/ crostate & torte/ dolci/ dolci al cucchiaio & dessert

OGGI E’ LA GIORNATA DELLE FRAGOLE – CALENDARIO DEL CIBO ITALIANO

Solitamente con il termine “fragola” intendiamo  la parte edule della pianta ma in realtà , dal punto di vista botanico, non si tratta di un frutto vero e proprio, ma il ricettacolo ingrossato di un’infiorescenza, perché il frutto vero e proprio sono i semini gialli che si trovano sulla superficie della fragola chiamati acheni.
Lo sapevate?
Ma quanto buone sono e quanto bene fanno .
Le fragole in generale contengono tantissima vitamina C, che favorisce l’assorbimento del ferro, utile per la formazione dei globuli rossi e per i muscoli, e la produzione di collagene, contengono sali minerali come il ferro, il magnesio e il potassio.
Sono ricche di vitamina A, B1, B2.
Ma lo sapete che le fragole migliorano l’umore perché aumentano il livello della serotonina.
Ma lo sapete che le fragole si prestano ad essere utilizzate in preparazioni dolci e salate?

 

Questa è la mia proposta per il Calendario del Cibo Italiano.

 

Questo è un dolce tipico della regione di Limoges,in Francia.
E’ una torta alta e dalla consistenza morbida di un flan, che si prepara con un impasto a base di farina,zucchero,latte e uova al quale vengono aggiunte le ciliegie,con il nocciolo,che conferiscono un gusto intenso.
Quando passa la stagione delle ciliegie si prepara con altra frutta come le mele,le pere,le albicocche.
Esiste anche la versione salata…… anche quella ottima.
Quella che vi propongo è una ricetta rivista da me per quanto riguarda il dosaggio degli ingredienti,per evitare l’odore,non sempre gradito delle uova che nella ricetta originale è abbondante!!!!
In qualsiasi variante la faccio è sempre molto gradita!!!!

Ps. clafoutis si dovrebbe chiamare solo quello fatto con le ciliegie, flognarde quello fatto con tutta l’altra frutta…

ingredienti tortiera da cm. 22
160 grammi di zucchero,
180 grammi di farina,
1 uovo,
4 cucchiai di latte,
50 grammi di burro fuso,
300 grammi di fragole,
1/2 bustina di lievito,
1 pizzico di sale.

 
preparazione
 

Amalgamare la farina con lo zucchero,il burro,l’uovo e il lievito sciolto nel latte.
Mettere l’impasto in uno stampo imburrato ed infarinato.
Lavate le fragole, asciugatele quindi togliete il picciolo.
Cospargete con le fragole tagliate a metà.
Cuocere in forno a 180°C per circa 35 minuti.

crostate & torte/ dolci

CHIFFON CAKE AL PROSECCO E FRAGOLE

chiffon

Nonostante tutto posso dire “settimana bagnata, settimana fortunata”…già !!!
Ho ricevuto un pacco contenente 6 bottiglie di Prosecco De Giusti, Silvia sotto una pioggia pazzesca mi ha portato il libro “Le fluffose” di Monica Zacchia e il tocco elegante di Valentina Cappiello…troppo bello.
Non mi è rimasto che stappare una bottiglia e iniziare a fluffare…e dare una rispolverata ai miei libri del Corso Ais fatto nel lontano 2006.
Benvenuti nella bella Marca Trevigiana , la mia terra d’adozione, e terra del più famoso vino Prosecco.
Per incominciare quando parliamo di vino Prosecco bisogna fare una piccola distinzione:
– se diciamo  Prosecco DOC , stiamo parlando di un vino che viene prodotto in 9 province distribuite tra Veneto e Friuli Venezia Giulia.

chiffon2

– se diciamo Prosecco Conegliano Valdobbiadene DOCG il Conegliano Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore , stiamo parlando di un vino di Origine Controllata e Garantita prodotto in un territorio ristretto fra i comuni di Conegliano e di Valdobbiadene , in provincia di Treviso, quali  Cison di Valmarino, Conegliano, Colle Umberto, Farra di Soligo, Follina, Miane,  Pieve di Soligo, Refrontolo, San Pietro di Feletto,  San Vendemiano,  Susegana, Tarzo,  Vidor, Vittorio Veneto.

Nel comune di Valdobbiadene, nella frazione di San Pietro di Barbozza,si estende un territorio di pochi ettari ,circa un centinaio, denominato appunto Cartizze che da origine  ad una sotto denominazione geografica : il Prosecco Conegliano Valdobbiadene DOCG Superiore Cartizze.

Con il D.M. 21/07/2009 il vitigno Glera ha sostituito il nome “Prosecco”; questa modifica è stata necessaria per tutelare la denominazione di origine “Prosecco”.
In questo modo Prosecco indica la DOC e Glera il vitigno.
Dalle uve Glera, quindi, otteniamo il vino Prosecco : questa è una regola che vale soltanto all’interno dell’area DOC e DOCG, fuori da quest’area e da questa denominazione, il vino prodotto dalle uve Glera non si può chiamare Prosecco.

Voi come lo preferite?
Tranquillo, frizzante o spumante ?
Tutto dipende da come viene vinificato ad esempio nella versione spumante, oltre l’80% della produzione, esistono due tipologie:

  • Prosecco Spumante Brut.
  • Prosecco Spumante Extra Dry.

Cosa abbinare al Prosecco :

  • la versione Extra Dry è ideale come aperitivo ,la temperatura di servizio deve essere tra  8 e 10° C.
  • la versione Brut la si può bere a tutto pasto, specie abbinato a piatti a base di frutti mare o antipasti di pesce e verdure.

Incredibile ma vero, il Prosecco secondo alcuni datti Istat nel 2014 ha superato per la prima volta lo Champagne francese per numero di bottiglie vendute al mondo.

chiffon2

ingredienti
300 grammi di zucchero semolato
285 grammi di farina 00
7 uova
170 grammi di vino Prosecco
120 grammi di olio di semi di girasole
1 bustina di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1/2 baccello di vaniglia

fragole
zucchero a velo

 

 

fluffosa

preparazione

Separate i tuorli dagli albumi.
Setacciate in una ciotola la farina, lo zucchero,il bicarbonato e il lievito per dolci.
Fate un buco al centro e versate in questo ordine senza mescolare l’olio, i tuorli, il Prosecco e i semi della bacca di vaniglia.
Mescolate gli ingredienti con la frusta fino ad ottenere un composto ben omogeneo.

 

fluffosa2

Montate gli albumi a neve fermissima con 3 gocce di limone; aggiungeteli al composto mescolando dal basso verso l’alto.
Versate il tutto nello stampo da chiffon cake senza ungerlo ed infarinarlo.
Infornate e cuocete a 165°C per 55 minuti, poi per 10 minuti a 175°C.
Fate raffreddare la chiffon cake nello stampo capovolta sui piedini, sfornate, decorate con le fragole e spolverizzatela con lo zucchero a velo.

fluffosa3

colazione & merenda/ dolci

PANCAKE INTEGRALI

 

pancake (1)

 

Quelle poche volte che riesco a guardare qualche film,senza prender sonno, guarda caso c’è sempre una scena con la colazione e gli immancabili pancake… e ogni volta mi fanno venire una gola pazzesca… 
Si sono proprio loro ,l’oggetto del desiderio di questa mattina, un dolce tradizionale americano per la prima  colazione,….ehi ma è ottimo anche per altri momenti della giornata.
Queste mitiche “frittatine” io le adoro, così servite proprio nella loro versione più semplice con lo sciroppo d’acero, però nulla vieta a dar via libera alla fantasia con l’abbinamento che più vi piace. 
Una vera ghiottoneria,una botta di energia per iniziare piacevolmente la giornata. 
Molto simili alle crepes , la differenza è che nei pancake c’è il bicarbonato e il lievito e lo spessore è di circa 1 cm/1,5 cm mentre le seconde sono sottilissime.

 

pancake (2)

ingredienti per circa 10/12 pancake
 
150 grammi di farina integrale
30 grammi di burro sciolto
1/4 di litro di latte
1 uovo
15 grammi di zucchero
1/2 cucchiaino di lievito chimico per dolci
la punta di un cucchiaino da te di bicarbonato di sodio
un pizzico di sale
olio di semi per il padellino
sciroppo d’acero per accompagnare
 

 

pancake (3)

 

preparazione

Setacciate insieme la farina,il lievito e il bicarbonato di sodio, mettete da parte,aggiungete lo zucchero e sale e tenete da parte.
In un’altra ciotola, sbattete  l’uovo ,il latte e il burro fuso.
Unite il composto liquido al composto solido e mescolate per amalgamare: non importa se la pastella presenterà dei grumi, non influirà per il risultato finale.
Scaldate un filo di olio di semi in un padellino antiaderente,quando sarà caldo, versateci un mestolo di pastella, creando una frittatina rotonda; giratela ,dopo un paio di minuti.
Il fondo del pancake deve risultare bello dorato, ma non bruciato,cuocete così anche l’altro lato .

Ripetete l’operazione con il resto della pastella e servite accompagnando il pancake con lo sciroppo d’acero e riccioli di burro.

Molte possono essere le varianti a partire dall’aggiunta di spezie come la vaniglia e la cannella nell’impasto, la sostituzione del latte con l’uso del latticello. 
Come anticipavo , solitamente vengono fatte dolci, vi consiglio anche la versione salata da accompagnare dall’immancabile bacon.