Browsing Category

impasti lievitati

impasti lievitati/ pane & pizza/ pane tipico

FLAT BREAD – PANE PIATTO

Ho visto nel blog di Valentina Profumo di limoni queste nuvole, perché in altro modo non si possono definire e non potevo provare a farle.
La ricetta è di Donna Hay…chi non la conosce?
Io sono una sua fan, possiedo vari suoi libri ma questo pane mi mancava.
E’ perfetto per le sere che vuoi mangiare qualcosa di veloce e ti ritrovi con in frigorifero qualche affettato e qualche foglia di insalatina per l’appunto già lavata.

E’ veloce da fare e per di più non serve nemmeno la cottura nel forno, quindi basta impastare, attendere la lievitazione e la cena è servita lasciando tutti a bocca aperta per la morbidezza…una nuvola.

Un impasto morbidissimo,appiccicoso,ma come dice la Vale basta sporcarsi le mani con la farina e il gioco è fatto.
E allora volete scaldare i motori…ops volevo dire la “dietella” in ghisa che solitamente usate per cuocere la bistecca e provare a farlo.

ingredienti
320 grammi di farina tipo 00
1 bustina di lievito di birra secco Mastro Fornaio
1 cucchiaio di zucchero semolato
160 ml di latte tiepido
80 ml di acqua, a temperatura ambiente
8 grammi di sale fino
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

preparazione

Mettete il lievito, il latte, l’acqua e lo zucchero in una ciotola, mescolate con una piccola frusta fino a quando il lievito non sarà ben sciolto, quindo fate riposare per una decina di minuti.

Nella ciotola della planetaria, mescolate la farina con il sale, aggiungete l’olio al composto liquido e unite il tutto alla farina.
Azionate la planetaria, impastate per circa 10 minuti: alla fine avrete un panetto appiccicoso ma compatto.

Prelevate il panetto e mettetelo in una ciotola leggermente unta di olio, coprite con pellicola trasparente e mettete a lievitare: io ho messo la ciotola nel forno con la sola luce accesa e nel giro di 2 ore era perfettamente lievitato.

Trascorso il tempo, riprendete la ciotola, suddividete l’impasto in 6 parti uguali .
Con le mani leggermente infarinate arrotolate ogni pezzetto di pasta fino a formare delle palline.
Scaldate la griglia.
Volevo che il mio pane avesse una forma tondeggiante, quindi ho preso un piatto piano, l’ho unto con un filo di olio e ho steso una pallina alla volta dello spessore di circa 1 cm e 1/2 , girandole delicatamente in modo da ungere entrambi i lati.
Quindi, trasportate il piatto vicino al fornello e appoggiate il pane sulla griglia ben calda.
Cuocete il pane 3 minuti per lato.
…che dire?
Buon appetito

colazione & merenda/ dolci/ impasti lievitati

LEOPARD BREAD – PANBRIOCHE AL LATTE

Ultimamente io e il sonno siamo due perfetti sconosciuti e così mi ritrovo a girovagare tra i vari blog,Instagram e Fb.
Questa Leopard Bread l’avevo già vista qualche tempo fa, solo che mi mancava il tempo di mettermi a tradurre la ricetta.
Poi vedo lo vedo da Valentina che a sua volta lo ha preso da Marilisa …e il gioco è fatto!!!
Non avevo più scuse, nemmeno quella degli ingredienti che mancano.
Come scrive Marilisa “La preparazione non è semplice, richiede tempo e pazienza, ma il risultato finale,  giustifica la fatica.”

ingredienti

250 grammi di farina 00
250 grammi di farina Manitoba
120 grammi di latte intero
15 grammi di lievito di birra fresco
160 grammi di uova
60 grammi di zucchero semolato
1 cucchiaino di miele
1/2 bacca di vaniglia
90 grammi di burro a temperatura ambiente
1 cucchiaino di sale

ingredienti per l’impasto chiaro
5 grammi di cacao amaro+1 cucchiaio di latte

ingredienti per l’impasto scuro
20 grammi di cacao+2 cucchiai di latte

stampo grande da plum cake 33×10

 

 

Nella ciotola della planetaria mettete le farine, aggiungete lo zucchero, il miele, il lievito sbriciolato, le uova, i semi della vaniglia ed iniziate a lavorare con il gancio.
Versate il latte e impastate per 5 minuti: l’impasto deve aggrapparsi al gancio.
Aggiungete il sale e poco per volta il burro.
Lavorate fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.
Rovesciate l’impasto sulla spianatoia e dividetela a metà, quindi dividete a metà una delle due parti.
Incorporate ad un impasto la prima dose di cacao stemperato nel latte e impastate bene, con il secondo impasto, incorporate la seconda dose di cacao stemperato nel latte e impastate.
Dividete ciascuno impasto in sette palline.

Con le palline marrone scuro formate dei filoncini lunghi quanto lo stampo e copriteli con la pellicola.
Con le palline marrone chiaro formate dei filoncini un po’ più lunghi di quelli scuri, appiattiteli con il mattarello, adagiatevi sopra i filoncini scuri e avvolgeteli, sigillate bene e rotolate formando un salsicciotto sempre lungo come lo stampo, coprite con la pellicola.
Infine con le palline chiare formate dei filoncini lunghi, appiattiteli con il mattarello e adagiate i filoncini al cacao, avvolgeteli, sigillate bene e formate i salsicciotti lunghi come lo stampo.

Sistemate i salsicciotti nello stampo imburrato, coprite con la pellicola e fate lievitare fino al raddoppio del volume.
Infornate a 170°c e cuocete per 40 minuti circa.

impasti lievitati/ pane & pizza

PANE CON NOCI PECAN E UVETTA

Sin da piccina mi hanno sempre insegnato che il pane caldo non si mangia perché fa male…
Sarà ma io lo adoro e quindi non ho resistito, non appena l’ho sfornato, giusto il tempo di raffreddarlo in modo da poterlo maneggiare senza ustionarmi la punta delle dita ho dovuto, anzi ho voluto fare la prova assaggio.
La ricetta è sempre di Emmanuel Hadjiandreou, dal libro Come si fa il pane.

ingredienti

200 grammi di farina per pane
50 grammi di farina integrale
35 grammi di uvetta
35 grammi di noci pecan a pezzetti
1 cucchiaino di sale
3 grammi di lievito fresco
oppure
2 grammi di lievito secco attivo
180 ml d’ acqua calda

preparazione

In una ciotolina mettete l’uvetta e le noci pecan e tenete da parte.
In una ciotola unite le farine ed il sale.
Pesate il lievito, mettetelo in una ciotola abbastanza capiente, versate l’acqua calda  e fatelo sciogliere.
Unite le farine al lievito sciolto e mescolate con un cucchiaio di legno,quindi  con le mani fino ad ottenere un impasto.
Coprite la ciotola con la pellicola e lasciate riposare 10 minuti; trascorso il tempo del primo riposo aggiungete il mix di uvetta e noci  impastando delicatamente secondo il metodo di Hadjiandreou : prendete
 un lembo d’impasto e tiratelo portandolo verso il centro premendolo, aiutatevi in questa operazione facendo ruotare leggermente la ciotola in senso orario.
Ripetete questa operazione per almeno 8 volte; per fare questa operazione impiegherete si e no 10 secondi.
Lasciate riposare 10 minuti coperto.
Questa operazione la si deve ripetere per 3 volte, facendo riposare l’impasto 10 minuti tra una lavorazione e l’altra, tranne per l’ultimo passaggio che il riposo sarà di un’ora.
Una volta che  l’impasto è raddoppiato di volume, sgonfiatelo con un pugno al centro, appoggiatelo sul  piano del tavolo ben infarinato e formate un filoncino con le estremità più sottili.
Spolverate il pane con la farina e incidetelo con delle linee diagonali sulla superficie.
Appoggiate il pane sulla placca foderata con della carta per forno, coprite con un canovaccio e lasciate lievitare per 40/45 minuti e comunque fino al suo raddoppio.
Circa 20 minuti prima, di infornare accendete il forno a 240°C, inserite una teglia sul fondo del forno, riempite una tazza di acqua e mettete da parte.
Quando l’impasto e giunto al termine della lievitazione, abbassate il forno a 200°C., versate la tazza dell’acqua nella teglia che avrete messo sul fondo, infornate il pane e fatelo cuocere per 30 minuti o finché non è bello dorato.
Per verificare la cottura rovesciate il pane e dategli un colpetto sul fondo: se suona a vuoto il pane è cotto .
Sfornate e fatelo raffreddare su una griglia.

colazione & merenda/ impasti lievitati/ pane & pizza

PANINI AL LATTE

Ancora una festa, quella di domani, e poi anche per quest’anno le Festività Natalizie saranno solo un ricordo.
Inizio il 2018 in punta di piedi, ho espresso tutti i desideri per far si che sia un anno bello, sotto tutti i punti di vista.
Durante le feste ho cucinato molto, veramente tanto, ma per cause di forza maggiore ho fotografato pochissimo, anzi niente.
Da buona padrona di casa sarebbe stato poco gentile far aspettare i commensali perché dovevo fotografare…ma replicherò perché tutto quello che ho preparato è stato molto apprezzato.
Inizio il 2018, scusate se mi ripeto, con un lievitato perfetto per la colazione della mattina o per la merenda dei vostri bambini a scuola, visto che la ripresa è vicinissima.
Dal blog di Vanessa Antoniali per lo scambio ricette del mese di dicembre/gennaio.

ingredienti per 14 panini
(da 50 grammi circa cadauno)

400 grammi di farina Manitoba
1 cucchiaino e mezzo di sale
1 cucchiaino di zucchero
15 grammi di lievito fresco
120 ml di latte tiepido
175 ml di acqua tiepida

preparazione

Setacciare la farina e il sale in una grande terrina e aggiungete lo zucchero.
Formate un buco al centro.
Mescolate il lievito nel latte finché non si scioglie e versatelo al centro della farina.
Cospargete con un po’ di farina presa ai bordi e lasciate riposare per una ventina di minuti, il composto dovrebbe iniziare a  fare delle bolle.
Aggiungete l’acqua e iniziate a lavorare l’impasto.
Rovesciatelo sul piano di lavoro e impastate per una decina di minuti.
Quando l’impasto sarà ben amalgamato ed elastico, formate una palla e mettetela in una terrina; coprite con un panno umido o con una pellicola trasparente leggermente oliata.
Lasciate lievitare a temperatura ambiente per un’ora e mezza, e comunque fino al raddoppio di volume.
Rovesciate l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato, coprite con la ciotola e lasciar riposare 5 minuti.
Suddividete l’impasto in 10 pezzi e formate delle palline.
Disponete le palline, distanziate tra loro, sulla placca del forno ricoperta di carta forno, coprite nuovamente con la pellicola e lasciate lievitare fino a quando saranno raddoppiate di volume.
Preriscaldate il forno a 190°C. , in forno statico, e cuocete i panini per 15 minuti, con un pentolino pieno d’acqua posto sul piano del forno.