Browsing Category

contorni

contorni

TIAN DI VERDURE

Chi ha la fortuna di avere un pezzettino di terra coltivata ad orto, mai come in questo periodo può considerarsi fortunato.
Pomodori, melanzane, zucchine certamente non mancano, e allora perché non preparare questa terrina,in Provenza questa preparazione si chiama Tian, dal nome del tipico tegame in terracotta e adatto anche per la cottura in forno.

 


ingredienti
2 patate di grandezza media
3 pomodori rossi maturi e sodi
2 cipolle bianche
2 melanzane tonde 
olio di oliva extravergine q.b
pane grattugiato q.b
timo fresco
sale fino q.b
pepe q.b
2 spicchi di aglio

 

preparazione

Lavate bene tutte le verdure.
Sbucciate le patate,lasciatele in acqua 10′ in modo che perdano parte dell’amido.
Sbucciate le cipolle e tagliatele a fette spesse mezzo centimetro, quindi tenetele da parte.
Affettate le melanzane e i pomodori a fette spesse mezzo centimetro, quindi tenete da parte.
Scolate e tagliate a rondelle le patate, spesse come le altre verdure.
Nella pirofila versate l’olio e uno spicchio di aglio affettato, o schiacciato con l’apposito attrezzo sistemate le verdure,alternandole tra loro,in modo circolare.
Cospargetele con il timo fresco,salate, una macinata di pepe fresco quindi bagnate con ancora un po’ di  olio: non aggiungete altri liquidi, in cottura le verdure rilasceranno il loro liquido.
Infornate in forno già caldo, a 180°C. per circa 50 minuti, e comunque le verdure dovranno risultare dorate.

 

conserve/ contorni

CARCIOFI SOTT’OLIO

DSC_0734

Ok siamo tutti d’accordo che ora non è la stagione dei carciofi, ma potevo non condividere con voi questa bonta?
Non vi resta che stamparla e tenerla a portata di mano…il tempo vola, eccome se vola e ci ritroveremo in un battibaleno nella stagione dei carciofi.
Comperare le verdure sottolio o sottaceto e prepararle in casa c’è una bella differenza.
Specie se parliamo di carciofi,asparagi,radicchio… hanno un prezzo molto elevato per un vasetto che con due forchettate sparisce.
A parte il gran bel lavoro per pulire e lavare le verdure , e se stiamo preparando i carciofi, dobbiamo far i “conti” con le mani nere, se  vi dimenticate di usare i guanti come la sottoscritta, ma alla fine volete mettere la soddisfazione?

Questa ricetta arriva dal repertorio dei sottolio di mia suocera…e su questo devo dire che era veramente brava .

Volete qualche trucchetto per  evitare l’annerimento dei carciofi ?
Ecco qui :
– sciogliere un po’ di farina in acqua e limone,lasciandoli in ammollo fino all’uso.
– acqua e limone,lasciandoli in ammollo fino all’uso.
– foglie di prezzemolo nell’acqua,lasciandoli in ammollo fino all’uso.
Questa è la mia ri-proposta per il Calendario del Cibo Italiano, Giornata dedicata ai sottolio


DSC_0730

ingredienti
20 carciofi
200 grammi di farina bianca
2 limoni
2 litri di acqua
2 litri di aceto bianco
sale grosso
olio
origano
vasetti  coperchio sterilizzati

DSC_0735

preparazione

Per conservare sott’olio i carciofi non devono essere necessariamente piccoli, ma giovani e teneri si.
Mettete in una bacinella la farina e aggiungete lentamente 2 litri di acqua in modo da sciogliere la farina senza fare grumi e il succo di un limone.
Pulite i carciofi eliminando tutte le foglie dure,le punte spinose e i gambi, quindi tagliateli a spicchi e tuffateli nell’acqua e farina.

Nel frattempo mettete in una pentola l’aceto con un po’ di sale grosso, quando bolle aggiungete i carciofi che dovranno essere cotti al dente, 5 – 6 minuti.
Scolateli delicatamente con la paletta forata,fateli asciugare su un canovaccio pulito, copriteli con un altro telo per farli asciugare per almeno una notte.

Una volta ben asciutti, disponeteli nei vasi sterilizzati, alternando con foglioline di origano secco e peperoncino e aglio, quindi coprite con olio, senza coprire con il coperchio, dopo qualche ora fate il rabbocco con altro olio perché il primo sarà stato assorbito dai carciofi; tappate per bene ermeticamente.
Conservate il luogo asciutto e buio ; attendete almeno 20 giorni prima di consumare.


contorni/ piatti unici

INSALATA DI AVOCADO

 

L’ avocado,  una volta non mi piaceva…poi ho iniziato ad assaggiarlo e pian piano ad amarlo.
Infatti quando li trovo al “punto” giusto non riesco a resistere.

Questa grande bacca è ricca di nutrienti fondamentali utili al nostro organismo.
–  100 grammi di avocado forniscono circa 160 calorie
–  l’avocado è il frutto “grasso” per eccellenza, ma i suoi grassi sono buoni
–  vitamina K e quelle del gruppo B,vitamina E e vitamina C.
–  favorisce la riduzione del rischio cardiovascolare

Come deve essere al momento dell’acquisto e come lo conservo
La prima cosa che io guardo è il colore, se presenta macchie scure non dobbiamo comperarlo, sempre che non ci troviamo di fronte alla qualità “Hass” dal colore verde scuro e dalla buccia rugosa che secondo me è la più buona.
Poi altro consiglio per l’acquisto è il “tatto”, se è molliccio vuol dire che è troppo maturo, rischiamo oltretutto di ,una volta aperto, trovare la polpa scura.
Al contrario se troppo acerbo,quindi duro al tatto, sa da saponetta.
Si conserva a temperatura ambiente; se volete rallentare la maturazione conservatelo in frigorifero .
Una volta aperto e sbucciato tende ad annerire facilmente: basta spruzzare del  succo di limone che ritarderà il processo.

 

 

ingredienti per 2 persone
1 avocado,sodo ma maturo
20 pomodorini ciliegini maturi e sodi
1 cuore di sedano verde
1 cetriolo
1 cipollotto
1 peperone giallo
100 grammi di rucola selvatica
olive nere Taggiasche
olio di oliva extravergine
succo di un limone
sale
pepe

preparazione

Lavate le verdure sotto il getto dell’acqua corrente, tagliate i  pomodorini ciliegini a metà eliminandone  i semi.
Sbucciate e tagliate a metà l’avocado per eliminare il nocciolo, quindi tagliatelo a pezzetti.
Tagliate a cubetti il cetriolo e il peperone giallo dopo aver eliminato i filamenti bianchi e i semi e il sedano a rondelle.
Mettete il tutto in una ciotola capiente, aggiungete la rucola e le olive.
In una ciotolina preparate la citronette :
tagliate a metà il limone,spremetelo con lo spremiagrumi , quindi mettete il succo in una ciotola.
Aggiungete il sale e mescolate fino a quando non sarà sciolto completamente, aggiungete una macinata di pepe e mescolate.
A filo aggiungete l’olio e continuate a mescolare aiutandovi con una piccola frusta.
Non appena tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati, condite l’insalata di avocado mescolando delicatamente.
Servite.

Con questa ricetta partecipo al contest “Meat free contest” , ideato da “Una mamma che cucina” e ospitato dal blog “Timo e Lenticchie”

antipasti/ contorni

AGLIO AL FORNO

 

Pensate di stendere qualcuno al tappeto se mangiate l’aglio al forno…mi dispiace, se volete stendere qualcuno lo dovete mangiare crudo, infatti questa è l’unica controindicazione.
Con la cottura in forno l’aglio perde gran parte della caratteristica pungente, ma non perde le sue  proprietà .

 

 

ingredienti per 4 persone

4 teste d’aglio fresco
rametti di timo fresco
rametti di rosmarino
olio di oliva extravergine
sale
pepe nero macinato

pane tostato a piacere

preparazione

Scaldare il forno a 200°C.
Nel frattempo eliminate , rimuovendo solo il primo strato di buccia poi tagliate la parte superiore, circa 1 cm, cercando di non separare gli spicchi.
Adagiate l’aglio in una pirofila, cospargetelo di aghi di rosmarino e foglioline di timo fresco, salate,pepate ed infine bagnate con l’olio di oliva extravergine. Coprite la pirofila con un foglio di alluminio, quindi informate per 30 minuti, trascorso il tempo, sfornate eliminate il foglio di alluminio e lasciate cuocere per altri 15 minuti in modo che la superficie dell’aglio prenda un bel colore dorato.
Sfornate, fate intiepidire.
Per servire: schiacciate gli spicchi di aglio fuori dalla buccia bianca,spalmateli sulle fette di pane tostato,condite con un pizzico di sale e un filo di olio .