Browsing Category

colazione & merenda

colazione & merenda/ crostate & torte/ dolci

TORTA DI MELE AFFONDATE

 

La cosa che più mi piace quando vado a fare la spesa assieme a mio marito, è come riempiamo il carrello, specie davanti al banco dell’ortofrutta.
Per lui avere in casa le mele è tutto…peccato che poi nel cesto della frutta gridano aiuto.
Qualche giorno fa, “girovagando” nel web ho visto nel blog di Paoletta quello che faceva per me, una ricetta per ridar onore a quelle povere mele.

 

ingredienti per uno stampo a cerniera da cm. 22
200 grammi di farina 00
150 grammi di zucchero
2 uova
1 confezione di panna da cucina da 200 ml (UHT)
1 bustina di lievito per dolci
4 cucchiai di olio di semi di mais
1 pizzico di sale
2 mele gialle Golden
cannella in polvere
il succo di 1/2 limone
zucchero a velo
burro

 

preparazione

Lavate e sbucciate le mele, quindi tagliatele a spicchi non troppo sottili, bagnateli con il succo di mezzo limone per evitare di farli annerire.
Nella ciotola della planetaria lavorate le uova con lo zucchero sbattono le uova con lo zucchero.
Aggiungete di l’olio di semi , 1/2 confezione di panna  da cucina, la farina, il lievito e infine la rimanente panna.

Imburrate e infarinate lo stampo; versate l’impasto quindi “affondate” le mele tagliate a fette e disposte a raggiera.
Cospargete la superficie con lo zucchero,cannella e qualche fiocchetto di burro.
Infornate, in forno statico, a 180/190° per 45 minuti circa.

 

 

 

 

biscotti & frolle/ colazione & merenda/ dolci/ dolci al cucchiaio & dessert

PASTEIS DE NATA

 

Le Pasteis de Nata o Pasteis de Belem sono dei dolcetti a base di pasta sfoglia e di crema all’ uovo profumata alla cannella,tipici di Lisbona.
Questi fantastici dolci prendono il nome da una delle zone più belle di Lisbona, la zona di Belém, vicino alla foce del Tago,dove si trova la Torre di Belém, simbolo della città.
Il primo riferimento a una ‘tortina al latte’ si trova in uno storico ricettario portoghese, Infanta Dona Maria (1538-77).
Dopo la chiusura dei monasteri a seguito della Rivoluzione liberale del 1820, per un tentativo di sopravvivenza, alcune suore e frati del  Mosteiro dos Jerónimos de Belém iniziarono a vendere i Pasteis de Belém; fuori dalla zona di Belém  cambiano il loro nome in Pastéis de Nata,pasticcini alla crema.
Nel 1837 l’Antiga Confeitaria de Belém iniziò a produrre i suoi pastéis basandosi sulla ricetta originale di quel monastero.

 

 

ingredienti per 24 pasteis
2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare
500 ml di panna fresca
4 tuorli
60 ml di latte
30 grammi di farina
100 grammi di zucchero
la scorza grattugiata di un limone
1 baccello di vaniglia
zucchero a velo
cannella in polvere

 

 

preparazione

Mettete i tuorli d’uovo in un pentolino insieme allo zucchero, mescolate bene fino ad ottenere un composto spumoso.
Aggiungete la farina e anche il latte: dovete ottenere una crema liscia e senza grumi.
Aggiungete la panna, la scorza grattugiata del limone e  i semini del baccello di vaniglia.
Mettete a scaldare sul fuoco a fiamma dolce e continuate a mescolare facendo addensare la crema.
Srotolate i due rotoli di pasta sfoglia e sovrapponete 2 lati più lunghi fino a formare un foglio unico, e la arrotolate ben stretto fino a formare un rotolo.
Con un coltello affilato tagliate il rotolo di sfoglia in fette da circa 1 cm di spessore.
Imburrate gli stampini da tartellette e appoggiate i dischetti di pasta sfoglia, cercando di allargarli delicatamente,partendo dal centro verso i bordi  fino a ricoprire per bene lo stampino.
Farcite con la crema .
Infornate, in forno già caldo, a 220° per circa 10-15 minuti.
Sfornate e una volta tiepidi spolverateli con lo zucchero a velo e la cannella in polvere.

antipasti/ colazione & merenda/ contest&co./ fingerfood

POLPETTINE DI RICOTTA E PROSCIUTTO

Vi trovate dei prodotti caseari freschissimi …
Dovete organizzare un picnic contest2017 sull’erba in una location a dir poco favolosa …
E da quel momento inizi sono ad avere l’imbarazzo della scelta.

POLPETTINE DI RICOTTA

ingredienti per circa 20 polpettine

100 grammi di prosciutto cotto tagliato a cubetti
200 grammi di ricotta Soffio di latteCaseificio Tomasoni
80 grammi di formaggio San SaverioCaseificio Tomasoni
pane grattugiato
sale
pepe

preparazione

Mettete la ricotta in una ciotola.
Grattuggiate a julienne il formaggio San Saverio e mettetelo nella ciotola con la ricotta, aggiungete il prosciutto cotto.
Salate e pepate, amalgamate tutti gli ingredienti aggiungendo anche un paio di cucchiai di pangrattato per rendere il composto più compatto.
Tostate nella placca del forno i semi di sesamo per un paio di minuti.
Con il composto di ricotta e prosciutto fate della polpettine grandi quanto una noce; rotolate le polpettine nei semi di sesamo.

colazione & merenda/ dolci/ dolci al cucchiaio & dessert

TOCINILLO DEL CIELO

Il Toncinillo de cielo è un dessert a base di uova e zucchero, compatto e di un bel colore giallo .
Le prime notizie del dessert risalgono all’anno 1324 ed è stato creato dalle suore del convento di Santo Spirito di Jerez de la Frontera.
La sua origine è legata alla elaborazione del vino della zona e all’uso massiccio di albumi d’uovo utilizzati per la chiarificazione del vino.
Il resto, ovvero il tuorlo d’uovo , è stato dato al monastero, che, al fine di riutilizzare i tuorli, ha progettato il “Tocino de cielo”.
Il nome,letteralmente “lardo di cielo“,è dato per il suo aspetto, la consistenza e la sua origine “religiosa”.
Attualmente è tipico in Andalusia, mantiene le radici nel suo luogo di origine Jerez de la Frontera, a Cadice, Villoldo, e nelle Asturie, noti come Tocinillos de Cielo de Grado.
Durante gli anni di carestia del ventesimo secolo era comune anche per la popolazione umile usare i tuorli d’uovo per fare le caramelle per i più piccoli, e i tuorli rimanenti erano usati per fare il tocino de cielo.
(dal web)

ingredienti per 6 persone

375 grammi di zucchero semolato
375 grammi di acqua
3 uova medie
4 tuorli
scorza di limone, buccia edibile

ingredienti per il caramello
100 grammi di zucchero semolato
2 cucchiai di acqua

stampi monodose

 


preparazione del caramello

Mettete lo zucchero e l’acqua in un pentolino sul fuoco e fate cuocere fino a quando inizia a caramellare.
Distribuite in modo uniforme il caramello sul fondo dello stampo.

preparazione della crema

Mettete in un pentolino lo zucchero, l’acqua e preparate uno sciroppo “filante”,facendolo cuocere a fuoco lento per 15 minuti.
Lasciar intiepidire.
Sbattere leggermente i tuorli e le uova, cercando di non incorporare aria.
Una volta freddo, versate lo sciroppo, a filo sulle uova, sbattendo senza sosta con una frusta.
Mettete negli stampini monodose il caramell, quindi versate il composto di uova e sciroppo di zucchero;  coprite bene ciascuno stampo con un pezzo di carta stagnola.
Cuocete in forno a bagnomaria a 160°C per 35-40 minuti.

Consigli:
– per la cottura a bagnomaria in forno è preferibile partire con acqua bollente e non fredda.
– il Tocinillo deve risultare morbido,ma cremoso, il riposo in frigorifero lo farà addensare.
– per capire se la cottura è perfetta, basta inserire nella crema la lama di un coltello, se esce pulita la cottura è perfetta.